Gli attrezzi

Quali sono gli attrezzi che utilizzano le atlete della ginnastica ritmica?

Il cerchio: nell’agonistica il diametro del cerchio varia dagli 80 ai 90 cm, in base all’altezza della ginnasta. Questo attrezzo è di circa 300g ed è generalmente realizzato in plastica.

Nell’esercizio con il cerchio non c’è un gruppo corporeo predominante e devono essere presenti tutti i tipi di gruppi corporei (salti, giri o pivots, equilibri e souplesse) in maniera omogenea.

L’attrezzo ha un colore di base definito, ma spesso le ginnaste lo rivestono con strisce adesive variopinte e scotch colorati, talvolta anche brillantinati, per migliorarne l’aspetto.

Il cerchio è un attrezzo che può adattarsi ad ogni tipo di musica veloce o lenta che sia, basta saperla accompagnare.Le varie modalità di lancio sono infinite, altrettanto con le riprese.

Per capire quale misura di cerchio bisogna acquistare, è semplice, basta misurare con il metro dai piedi con tallone poggiato, fino al fianco. Solitamente ad esempio una bambina di 11-12 anni, ha un 85

La fune: durante l’esercizio di ginnastica ritmica è molto importante il maneggio dell’attrezzo che deve essere molto vario. La fune, durante l’esercizio di ginnastica ritmica, può essere tenuta aperta, piegata in 2, in 3, in 4, ma la tecnica principale e più diffusa è quella della fune aperta, tenuta per le 2 mani in corrispondenza dei nodi durante i salti ed i saltelli.È ugualmente possibile eseguire altri movimenti diversi. Questi movimenti, come il lavoro con la fune piegata o annodata non sono tipici di questo attrezzo, quindi non devono essere predominanti nell’esercizio. Importanti anche sono i movimenti di conduzione, tipici del maneggio di questo attrezzo come le circonduzioni, la vela o la controvela, i giri della fune e i lanci.

L’atleta deve compiere gli esercizi tenendo la fune sempre in movimento senza farle prendere forme strane o subire afflosciamenti.

Per questo attrezzo generalmente vengono utilizzate musiche veloci, adatte ad eseguire movimenti rapidi, salti di vario tipo e forma e saltelli ritmati.

La palla è realizzata o in gomma, o con un materiale sintetico che conferisca alla palla la stessa elasticità della gomma. Ha un diametro che può variare da 18 a 20 cm e un peso minimo di 400 g. Può essere di qualsiasi colore.

Il gruppo corporeo della palla è il souplesse.

Il nastro è fatto di seta o di un altro materiale simile, di qualsiasi colore, può essere anche multicolore e presentare dei       disegni. Il nastro deve pesare almeno 35g ed essere largo dai 4 ai 6 cm. Per la categoria senior deve essere lungo almeno 6m, mentre per la categoria juniores può essere di 5m. Il nastro deve essere realizzato con un unico pezzo.

Le clavette sono uno dei cinque attrezzi utilizzati nella ginnastica ritmica sono simili a birilli dalla forma allungata. Possono essere lunghe da 40 a 50 cm, avere un peso minimo di 150g, e ciascuna deve essere realizzata in materiale sintetico. All’estremità del collo della clavetta è presente un elemento sferico che ne facilita la presa, l’impugnatura, e permette di girarla.

Obbligatoriamente, negli esercizi, vengono usate due clavette.

Il gruppo corporeo delle clavette prevede gli equilibrii e i lanci. E’ necessario ruotare spesso le clavette in un esercizio, e quando una sola clavetta è in aria, è necessario muoverla. Solitamente si passa sotto una gamba ma si può anche ruotare fino all’arrivo dell’attrezzo o in altri svariati modi. In un equilibrio i movimenti come in qualsiasi altro movimento devono essere molto vari, si possono anche fare lancetti minimi come un giocoliere.

I lanci con quest’attrezzo non sono molto vasti, contrario delle riprese, da dietro, semplicemente da davanti, con le gambe, su un salto, con il piede a terra o in piedi, e in qualunque altro modo si voglia eseguire.

Annunci